ASSOCIAZIONE AMICI DEL MUSEO PEPOLI  -  Trapani

 

L'ARTE NEL CINEMA ATTRAVERSO PASOLINI

Dalla conferenza di Maria Antonietta Spadaro del 13-12-2017

Il giorno 13 dicembre 2017 presso il Museo Regionale A. Pepoli, nell’ambito delle manifestazioni programmate in occasione del decennale della fondazione dell’Associazione “ Amici del Museo Pepoli” Maria Antonietta Spadaro, storico dell’arte, ha relazionato, alla presenza di un numeroso pubblico, sul tema “L’arte nel cinema attraverso Pasolini”. Pasolini, profondo conoscitore di arti figurative, pittore egli stesso, allievo del critico Roberto Longhi presso l'Universitŕ di Bologna, coltivň costantemente un’intensa passione per la pittura italiana, in particolare per l’opera di Giotto, Masaccio, Piero della Francesca, Caravaggio.  Nei suoi film il maestro soleva costruire le sue inquadrature come scene dipinte, con riferimenti precisi alla grande tradizione figurativa italiana; in alcuni film faceva ricorso ai tableaux vivants, vere e proprie "messe in scena" di opere pittoriche inserite nella trama dell’opera. Ne La Ricotta, un episodio del film Rogopag del 1963, ricostruisce, in due sequenze gemelle, le repliche viventi di due opere di due grandi manieristi toscani: la Deposizione di Cristo di Rosso Fiorentino e la Deposizione del Pontormo. Nel drammatico finale di Mamma Roma del 1962 č presente una intensa citazione del celebre Cristo Morto del Mantegna.