ASSOCIAZIONE AMICI DEL MUSEO PEPOLI  -  Trapani

 

AL MUSEO COME IN UNA FAVOLA

Andare al Museo? Uffa, che noia! Eppure il museo può diventare un luogo piacevole anche per un bambino. La visita può trasformarsi in un’occasione per vivere una bella esperienza, quasi diventando protagonisti di una favola: la favola del museo. E il museo è ... una favola! Dietro a un museo c’è un’avventura che ha del fantastico: un giorno qualcuno ha deciso di raccogliere antiche opere, di ordinarle e di renderle visibili a tutti, creare quindi un museo, superando tante difficoltà quasi come l’eroe di un’avventura; ogni opera esposta narra una storia e produce in chi l’osserva sensazioni che lo trascinano verso dimensioni immateriali, in un mondo fantastico non del tutto dissimile da quello dei bambini. I filmati seguenti mostrano parti di una visita al Museo Agostino Pepoli di Trapani di bambini accompagnati dalle maestre e guidati da membri dell’Associazione Amici del Museo Pepoli. I bambini vengono immersi in un museo-favola, in un luogo ludico e nello stesso tempo educativo.

Oggi andiamo al Museo Pepoli con le nostre maestre e ci accoglie una simpatica e gentile signora che ci illustra la storia del Santuario della Madonna e del Museo dalle origini ai giorni nostri grazie a un pannello con dei bei fumetti. Ma è il tempo di andare perché il conte Agostino ci ha invitati al gran ballo.

   

Finalmente entriamo nelle sale e ... da un grande scalone, ci viene incontro, a suon di musica, una vera principessa con un vestito favoloso.
La principessa, che si chiama Pepolina, ci accompagna alla ricerca del Conte Agostino e attraverso le sale e davanti ad un grandissimo quadro, insieme a lei, scopriamo tanti personaggi, tanti fiori, tanta frutta.

 

   

Abbiamo ammirato tanti begli oggetti, ma ora ci dobbiamo affrettare perché siamo invitati, insieme con la principessa, al gran ballo del Conte Agostino.

   

Finito il ballo, purtroppo la principessa ci deve lasciare per tornare nei suoi appartamenti. Ci saluta e risale lo scalone. Forse ci inviterà ancora a qualche ricevimento. Speriamo!

 

Un clic sull'immagine per fare partire il rispettivo filmato.